TORNANO IN PIAZZA GLI OPEN FIVE

Tornano in piazza gli Open Five – storico sodalizio pomaricano – a distanza di due settimane circa dall’ultima esibizione. Questa volta in Piazza della Liberazione. La rock band ha mantenuto invariato il suo organico, presentandosi con Antonio Ferrandina (voci, chitarra ritmica), Gianni Centonze (chitarra solista), Alessio Ferrara (basso, clarinetto, sax), Rocco Claudio Ferrara (voci, tastiere) e Carlo Liccese (batteria). 

Solito reperterio, quello proposto ieri sera,  con due costanti: l’impronta rock e la poliedricità. Infatti gli Open Five hanno dato nuovamente prova della loro elasticità, essendo in grado di spaziare dall’art rock dei Pink Floyd (di cui hanno riproposto alcuni dei più grandi successi, tra cui Confortably Numb, Shine on You Crazy Diamond, Wish You Were Here, ecc.) ai Queen (di cui hanno suonato anche Bohemian Rhapsody, Radio Gaga, I Want it All, We Are The Champions). 

Il tutto passando per mostri sacri della musica, tra cui Dire Straits (Sultans of Swing, Money for Nothing), Eagles (Hotel California), Supertramp (The Logical Song, Breakfast in America), sempre mantenendo intatta la qualità (livellata verso l’alta) e concedendosi di tanto in tanto anche qualche licenza artistica, grazie alla maestria del chitarrista Gianni Centonze, autore di una performance encomiabile. 

L’esibizione, durata oltre le due ore, è stata resa possibile dal Comune di Pomarico, che ha patrocinato l’evento, e dall’allestimento targato Double D Service.

Intanto oggi Pomarico diventa “Capitale Europea della Cultura” per due giorni con serate all’insegna della musica, della poesia e della danze.

 

CLICCA QUI PER LA GALLERIA DELL’EVENTO

 



Alessandro Rosano