SECONDA SERATA CULTURALE PER POMARICO CON IL COMITATO VIVALDIANO “A. BONAVISTA”

L’Arte: il comun denominatore della seconda serata culturale organizzata nell’ambito della sequela degli eventi relativi alla 39° edizione dell’Agosto Pomaricano. Arte vista come forma più aulica di comunicazione, di interazione tra gli esseri umani, quella che mette a confronto la gente attraverso il linguaggio delle emozioni.

Ebbene si: è tutto parte di uno schema comunicativo. Musica, parole, immagini e danza, sono i quattro vestiti che indossa la comunicazione nei vari momenti della nostra giornata. Ed questo schema è stato rispettato nei minimi dettagli dal Comitato Vivaldiano “A.Bonavista” sotto la presidenza di Anna Bonavista, e la cui mission non è solo la riscoperta della figura del Maestro Antonio Vivaldi – il cui nonno materno, come noto, ebbe natali pomaricani -, ma attraverso la memoria del compianto fratello Prof. Antonio Bonavista, l’apertura a tutte le forme d’arte, quali mezzi di comunicazione, di cui il professore ne era un cultore ed un grande appassionato – da rimembrare che i primi studi sulle origini pomaricane del Vivaldi sono da attribuire al Prof. Bonavista.

Ed ecco che lo scenario della Corte del Palazzo Marchesale di Pomarico diventa parte integrante di quello schema comunicativo dove musica, parole, immagini e danza si fondono per diventare quel tutt’uno che è l’Arte.

Tanto per iniziare con le Immagini, sicuramente degno di nota è la serie di mostre allestite per l’occasione: “L’Acqua Risuona il Cosmo” di Francesca Cirigliano – presentata dall’Artista materana Nadia Cicala, la mostra fotografica a cura di Scatto Lucano dal titolo “Un Click Sulla Lucania” , l’esposizione dal titolo “Stampa Vegetale su Tela” a cura dell’Associazione “IL GIRASOLE – Casa delle Erbe Pomarico”.

Passando per la musica, ad esibirsi sul palco pomaricano: il virtuosissimo Maestro Mario Di Marzio accompagnato dal balletto della talentuosa Rossella Buono ed il MateraArte QUARTET – composto dai Maestri: Giuseppe Amatulli – violino – Maurizio Schiuma – violino – Pietro Dottoli – violoncello – Pasquale Priore – piano – Enza Adorante – soprano.

Tema centrale: “La Musica come Terapia”. Nell’ambito della medesima, serata, di fatti, si è tenuta una conferenza sulla musicoterapia, dove ad intervenire sono stati il dott. Daniele Siciliano da Cosenza, dott. sa Edvige Cuccarrese e la dott. sa Giovanna D’Onofrio. Il musicoterapeuta – spiega il dott. Siciliano – non si occupa di musica in senso stretto ma è una terapia della relazione o della libera espressività. Il “musicoterapista” non è un musicista ma si muove nell’ambito della psicologia della musica, si occupa della propria identità sonora. Si ascolta non solo con la mente, con il corpo, ma la musica agisce anche a livello sensoriale. Si parla infine di Musicoterapia recettiva come utilizzo del suono per provocare nei pazienti uno stato di rilassamento o di agitazione e di Musicoterapia attiva che si occupa di migliorare la comunicazione dove essa è interrotta (es. Salutogenesi o della patogenesi).

Per completare i vestiti della comunicazione il Recital di Poesie “La Poesia sulle Note” declamate dalla Poetessa Angela Demma.

Opening e chiusura della Serata e premiazioni finali affidate al presidente Anna Bonavista con la partecipazione straordinaria dello speaker radiofonico di Radio Radiosa Gino Stigliani.

(fonte: Alessandro Rosano)

L’Agosto Pomaricano proegue presso il quartiere Aldo Moro con il Torneo di Calcio a 3 “All in One Day” e l’evento Musicale all’insegna del Rap ore 21.30.

Giuseppe Innocenzo Liccese