PUBBLICO RINGRAZIAMENTO DA PARTE DELLA NEO-CONFERMATA AMMINISTRAZIONE MANCINI

POMARICO – Con un pubblico comizio, tenutosi in Piazza della Liberazione, il confermato sindaco Francesco Mancini, insieme al suo staff amministrativo, ha voluto ringraziare la cittadinanza Pomaricana per averlo voluto, con un largo consenso (72% dei voti validi), alla guida della comunità per il prossimo quinquennio.

Il comizio, che si è svolto in una giornata importantissima per la memoria storica nazionale – 2 giugno – dinanzi ad una piazza gremita di cittadini, ha visto alternarsi tra i relatori tutti i consiglieri eletti, i quali hanno espresso il loro personale ringraziamento alla cittadinanza. Minimo comune denominatore la “volontà di rimboccarsi le maniche per migliorare il Paese” – citando una frase del consigliere più votato di questa tornata elettorale Peppino Mallano (vice sindaco durante lo scorso mandato).

La comunità Pomaricana – le parole del Sindaco Mancini – si è rivelata matura ai tempi della frana mettendo in campo tutta la solidarietà e lo ha confermato rimanendo compatta nella scelta del 26 Maggio.

La politica non deve essere così accesa, così dura e a volte così cattiva – prosegue Mancini parlando delle difficoltà riscontrate in questa campagna elettorale dagli animi infervoriti dalla “battaglia” politica – È un periodo – proseguendo sul punto – che si parla troppo e troppo spesso male della politica, ma la politica è un arte nobile, al massimo sono i politicanti a rovinare la politica.

Spero per la nostra comunità in una minoranza costruttiva, in una minoranza che deve proporre, che deve collaborare con la maggioranza – è l’appello del sindaco alla minoranza. D’altronde si sa: il dialogo costruisce, la polemica distrugge. È concetto basico della comunicazione tra esseri umani.

Il sindaco – conclude il suo discorso – non si trova lì per opera dello Spirito Santo ma perché è stato votato dai cittadini. Così dando la piena disponibilità ad ascoltare le problematiche della comunità in qualunque momento.

Intanto si attende di conoscere la data del Consiglio di assegnazione delle deleghe ai consiglieri eletti.

(G.i.L)

Translate »