“PREMIO LUCANIA ORO” – IL PREMIO PER LA LUCANIA “BENE”

FONTI: PAOLO RAMETTA – ALESSANDRO ROSANO

Serata d’alto livello quella del 24/08 a Pomarico, dove si è celebrata la XII Edizione del “Premio Lucania Oro“.

Ad aprire la serata il Maestro Paolo Motola, che ha allietato i presenti con vari brani per sassofono e clarinetto, anche nei vari intermezzi tra una premiazione e l’altra. Successivamente ha preso la parola l’Assessore alla cultura Beatrice Difesca, che ha presentato la manifestazione partendo dalle origini del “Premio Lucania Oro”, citando tra i premiati del passato Vincenzo Parisi e Mariele Ventre.

Il premio è per la lucania bene – queste le parole del primo cittadino Francesco Mancini nel corso del suo intervento istituzionale, cogliendo l’occasione per ringraziare la comunità cittadina pomaricana per la coesione e la fratellanza dimostrate nell’anno particolare della frana. Doveroso, da parte dello stesso Sindaco pomaricano, un momento per la memoria dell’ideatore del “Premio Lucania Oro”, Mario Mancini.

I PREMIATI

Luigi De Canio: Premio per lo sport. Dopo una breve parentesi da calciatore, De Canio si è affermato come allenatore riuscendo ad arrivare nella massima serie del calcio italiano, allenando tra l’altro squadre come il Genoa e l’Udinese.

Joe Capalbo: Premio per l’arte drammatica. Ha lavorato negli studi cinematografici di New York e Los Angeles. Attore di livello internazionale, è attualmente impegnato nella promozione del suo ultimo film “Lucania”.

Carmen Lasorella: Premio per il giornalismo. Giornalista di grosso calibro, ha collaborato con il poeta e senatore della repubblica Mario Luzi. Lasorella è stata conduttrice del tg2 e inviata speciale. Nel 1995 fu vittima di un agguato in Somalia. Dal 2013 è presidente di RaiNet.

Cav. Erminio Selvaggi: Premio per l’imprenditoria. Terminati gli studi fu costretto ad emigrare a Milano. Tornato a Matera fu assunto presso l’hotel Jolly. Ascesa la scala gerarchica dell’hotel degli ulivi grazie alle sue spiccate doti manageriali, ne prese il possesso dopo che i proprietari lo misero in vendita.

Chef Luigi Diotaiuti: Premio per la gastronomia. Nato a Lagonegro, luigi Diotaiuti è omai un famoso e rinomato chef presso gli Stati Uniti D’America, tanto che il Washington post gli dedica ormai frequentemente molti articoli. Ha partecipato nel 2015 all’Expo di Milano.

Salvatore Adduce: Menzione speciale per Materacapitale europea della cultura. Sindaco di Matera dal 2010 al 2015, Salvatore Adduce curò il progetto di candidatura di Matera capitale europea della cultura 2019. E’ inoltre il presidente della fondazione Matera e Basilicata 2019.

Il tutto si è chiuso tra gli applausi calorosi del pubblico, presente in buon numero in una sera di fine estate.

Giuseppe Innocenzo Liccese