LA FRANA DEL CENTRO STORICO

Il 25 Gennaio 2019 entra di diritto nella storia Pomaricana. Quella storia che non tutti vorranno ricordare, essendosi rasentata una tragedia.

A seguito delle pesanti piogge che sono precedute parte del terreno sottostante Corso Vittorio Veneto è franato, portando con sé parte del centro storico.

Tre giorni dopo gli stabili inghiottiti dal terreno.

Esemplare la tempestività delle istituzioni locali. A poche ore dalla frana, e prima ancora del crollo delle prime abitazioni, è stato istituito il COC (centro operativo comunale) e sono stati emanati primi provvedimenti di sgombero che hanno evitato il peggio. Rassicurante la presenza dei Vigili del Fuoco e dei Volontari dell’ANPAS Protezione Civile – Sezione Montescaglioso, che sin da subito sono intervenuti a delimitare la Zona Rossa e che da quel fatidico giorno monitorano incessantemente la situazione.

Ad oggi 18 edifici crollati, 12 lesionati irreparabilmente, 26 famiglie evacuate, per un totale di oltre 56 persone.

L’ incessante lavoro del Sindaco Francesco Mancini ha prodotto risultati proficui.

Il giorno 2 Febbraio u.s., una visita di grande spessore istituzionale. La questione frana è stata attenzionata dal Direttore Nazionale della Protezione Civile Angelo Borrelli, il quale, al termine dell’ incontro tenutosi nella Sala Consigliare del Comune di Pomarico, seguito al sopralluogo della zona interessata dall’evento franoso, ha riconosciuto la sussistenza di tutti i presupposti per dichiarare lo STATO di EMERGENZA.

(G.i.L)