ELEZIONI COMUNALI POMARICO 2019

POMARICO – La riconferma del sindaco Mancini è stata accompagnata da un consenso complessivo che ha superato il 70% del gradimento elettorale; la lista “Mancini sindaco” ha raggiunto i 1816 voti validi. Mentre Giuseppe Casolaro e la sua lista “I Moderati” non sono andati oltre il 21%. Inchiodata soltanto al 7,31%, “In Movimento per Pomarico” col candidato alla carica di primo cittadino, Gianluca Grieco. Il più suffragato in assoluto è risultato esser il vice-sindaco in carica, Giuseppe Mallano. Che raddoppia la prestazione della tornata elettorale precedente, superando il 360 voti.

Si sono recati alle urne il 66,8% degli aventi diritto. Con preferenze personali che per i vincenti sono cifre talmente alte che hanno impedito perfino all’ex assessore Scandiffio d’esser confermato in consiglio. E nonostante i buoni 89 voti raccolti. L’assessora Beatrice Difesca, invece, ha fatto in tempo a esser nuovamente eletta in consiglio.

La campagna elettorale, comunque, ha toccato momenti di dibattito, se per certe cose si può veramente usare questo termine, talmente basso da ricordare livelli abbandonati forse già decenni or sono. Il tempo, in effetti, dirà se sono alla fine scappate le denunce.

Per la maggioranza Francesco Mancini avrà con sé: Giuseppe Mallano, Angelo Cofone, Francesco Camardo, Carmine Pontino, Beatrice Difesca, Antonio Vitella, Donato Mallano, Margherita Dicanio. Casolaro, ancora in aspettativa perché dipendente comunale, avrà al suo fianco Angela Salerno, Giuseppe Giuliva e Michele Cetera. Mentre Gianluca Grieco siederà da solo nei banchi della minoranza consigliare.

S’attende il primo consiglio. Ma, soprattutto, l’assegnazione delle deleghe da parte di Mancini.      

NUNZIO FESTA

Lascia un commento