COPPA ITALIA ECCELLENZA – CAPORETTO BIANCOBLU

Dopo la sconfitta interna patita per 2-1 all’andata, al Pomarico sarebbe servita un’impresa per accedere al turno successivo della Coppa Italia di Eccellenza. Sarà stata forse la caratura dell’avversario (il Lavello, infatti, è in testa al girone del campionato, nonché una delle accreditate maggiori alla vittoria finale), sarà stato il passivo dell’andata che costringeva i biancoblu a vincere con almeno tre gol totali o comunque due di scarto, ma quel che trapela è certamente l’impressione che mister Dellisanti non ci abbia mai creduto a fondo, relegando una formazione sperimentale, priva di uomini importanti e piena di juniores, al ruolo di vittime sacrificale. 

Donvito, Delgado, Varisco, Dimuccio M., Ciccarone, Mallano, Gramegna, Di Cuia, Nigro, Matera, Sozzo: questo l’undici designato dall’allenatore per il calcio d’inizio. Se da un lato la coincidenza di questi fattori faceva già presagire una sonora sconfitta, dall’altro il passivo subito dalla compagine pomaricana ha assunto contorni umilianti. Otto sono state le reti siglate dai padroni di casa con Mastroberti (12′ pt, 7′ st), Gerardi (20′ pt, 10′ st), Sambataro (33′ pt, 15′ st), Miglionico (38′ pt), Rella (rig) (40′ st), a corollario di quella che potremmo definire una vera e propria Caporetto

Ricordiamo che i restanti incontri che andranno a chiudere il tabellone dei quarti di finale (Montescaglioso – Rotonda, Atl. Lauria – Brienza, Vultur – Real Senise) saranno disputati il 23/10 alle ore 15:30. Per il Pomarico, invece, dopo questa sonora eliminazione dalla coppa, non resta che concentrarsi sul campionato, che lo vedrà impegnato domenica 20/10 sul campo del Moliterno.


Alessandro Rosano